Il Bronx: un quartiere in continua crescita

163
il bronx

New York è una delle città più amate dalle persone di tutto il mondo. È divisa in 5 distretti: Staten Island, Brooklyn, Queens, Manhattan e Bronx.
Di seguito verrà descritto uno dei distretti più discussi di sempre: il Bronx.

Il quartiere di New York è cambiato molto

Il Bronx è il quartiere più a nord della città, è l’unico ad essere situato sulla terra ferma, ad eccezione di alcune isolette ed é separato da Manhattan dal fiume Harlem. Qui vivono quasi 2 milioni di persone di cui la metà ha origini latine. Il suo nome proviene dallo svedese Jonas Bronck che colonizzò il territorio agli inizi del 1600.
La suddivisione interna del Bronx è formata dalla zona est e dalla ovest. La parte ad est del Bronx si trova ad est del fiume Bronx, il territorio è pianeggiante al contrario della zona ovest che si trova, appunto, ad ovest dello stesso fiume e il territorio è prettamente collinare.
Fin dagli anni 70 il Bronx risultava essere il quartiere più malfamato e pericoloso di tutta la città per il grande degrado che interessò tutta la zona.

Con il tempo l’alta borghesia che vi abitava, si trasferì e diventò invece la metà di chi era senza lavoro e dei poveri.

Questo portò il quartiere a raggiungere livelli di criminalità e delinquenza molto elevati.

Ad oggi però, il Bronx si trova in un periodo di ripresa visto che sono stati promossi diversi piani di riqualificazione del quartiere, alcuni cominciati diversi anni fa con la costruzione di nuove strutture residenziali.

Con il passare del tempo sta diventando sempre più un posto attrattivo per i turisti, con molti luoghi di interesse e tante perle da scoprire.

Come arrivare nel Bronx

Esistono diversi modi per arrivare nel Bronx.

Si può utilizzare la metro prendendo le linee 1, 2, 4, 5, 6, B e D. La metropolitana parte sia da Manhattan che dagli altri distretti.
Si può arrivare nel Bronx anche con i treni che partono da Grand Central Terminal. Dalla ferrovia Metro North ci sono le linee Hudson e Harlem che passano proprio nel Bronx.

Il costo del biglietto del treno è superiore rispetto a quello della metropolitana ma è meno affollato.
Un altro modo per spostarsi è utilizzare l’autobus diretti che raggiungono il centro in poco tempo.

C’è il BxM18 che parte solo nelle ore di punta dal sud di Manhattan, mentre il Bx12 arriva al centro del Bronx e si congiunge alle altre linee della metropolitana.

Cosa vedere nel Bronx

Il Bronx permette ai visitatori di vedere un’altra faccia della Grande Mela, infatti ci sono tante cose da vedere che di sicuro meritano una visita.
Yankee Stadium. Il vecchio stadio venne realizzato nel 1923 e demolito nel 2008. La nuova struttura costruita nello stesso posto della vecchia, è stata definita come impianto sportivo più costoso del mondo. Lo stadio ospita da sempre le partite della famosa squadra americana, i New York Yankees.

Oltre ad essere il tempio dello sport per gli americani, lo Yankee Stadium offre numerose attività commerciali come cinema, negozi, intrattenimenti vari, ristoranti, il museo del football e monument park che omaggia i giocatori di baseball degli Yankees.

Il modo migliore per visitare lo stadio è vedere una partita di baseball o, se non è possibile, una visita guidata per conoscere tutta la storia riguardante lo stadio stesso e la squadra della casa.

Da non dimenticare assolutamente di visitare lo Zoo del Bronx

È lo zoo metropolitano più grande degli Stati Uniti e ospita un numero altissimo di animali di specie diverse.

La caratteristica principale di questo zoo è che per separare gli animali non ci sono gabbie, ma sono stati ricreati esattamente gli habitat naturali di ogni specie così da non turbare nemmeno la coscienza dei turisti che a volte, vedendo le cattive condizioni in cui sono tenuti gli animali, restano delusi dalla visita.

Lo zoo è suddiviso in aree tematiche come la zona Africana e Asiatica.

C’è la possibilità di poter ammirare gli animali a bordo di un trenino che fa il giro del parco in tutte le aree a tema o con la monorotaia per vedere gli animali dall’alto.

Inoltre si può dare da mangiare ai pinguini e ai leoni marini, cavalcare un cammello, visitare il giardino delle farfalle, godersi uno spettacolo nel teatro che si trova al centro dello zoo e per i più piccoli ci sono anche le giostre a forma di insetti.
New York botanical garden. Accanto allo zoo del Bronx si trova il giardino botanico più antico e vasto degli Stati Uniti.

Con i suoi oltre 100 ettari e 50 giardini diversi, in ogni stagione dell’anno si possono vedere tante varietà di piante e fiori. Nel giardino botanico sono presenti le piante originali del periodo precedente alla scoperta di New York.

Inoltre la grande serra in stile vittoriano contiene milioni di specie botaniche differenti e collezioni di piante. Per visitare tutto il giardino e ricevere qualche curiosità su di esso, c’è la disponibilità di fare un giro sul trenino della struttura.

Per conoscere spiegazioni più approfondite riguardo a qualsiasi specie vegetale vista, l’ufficio informazioni sarà pronto a rispondere ad ogni quesito.

Anche se il Bronx non è il quartiere per eccellenza, ci sono così tante cose interessanti da fare e da vedere che sicuramente vale la pena visitarlo e trascorrere un pò di tempo per vedere un altro lato della bellissima New York.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here