Vedere New york in 4 giorni

16131
times square

Nel post di oggi, proveremo a capire insieme a voi, cosa vedere a New york in 4 giorni

Una delle città più affascinanti al mondo per una serie di ragioni che vanno dalla cultura fino allo stile di vita passando per i monumenti caratteristici in essa presenti è certamente New York.

Metropoli dai numeri eccezionali sia per estensione (784 chilometri quadrati) che per popolazione (8 milioni e 400 mila abitanti), presenta diverse location di interesse che vale sicuramente la pena visitare almeno una volta nella propria vita.

A tal proposito in questo post, vi vogliamo evidenziare come vedere New York in 4 giorni, ottimizzando al meglio gli spostamenti e cercando di farvi vedere il più possibile le meraviglie di questa città.

Presupponendo di aver prenotato un albergo quanto più centrale possibile, è praticamente un errore non prendere in considerazione l’idea di dare quanto meno un’occhiata alle strade dove sono presenti prestigiosi negozi dove fare shopping.

Primo giorno a New York:  Times Square e L’empire

Nella mattinata della prima giornata da trascorrere a New York anche per esorcizzare le tossine del fuso orario, non vi è migliore soluzione che passeggiare sulla Fifth Avenue alla ricerca di un capo di abbigliamento o più in generale di un prodotto particolarmente interessante e che con grande difficoltà può essere acquistato in Italia.

Oltre alla Fifth Avenue, ci sono altre zone particolarmente indicate allo scopo come ad esempio Broadway e per la precisione nella West Side, senza tuttavia dimenticare Times Square, Herald Square, Union Square e Madison Square Park.

Resterete ammaliati dalla grande varietà di prodotti presenti nei vari negozi sparsi nelle suddette zone.

Per il pomeriggio, dopo un paio di ore di meritato riposo in camera, ci si può dedicare alla visita di uno degli edifici storici di New York: l’Empire State Building.

Si tratta di un grattacielo situato nella zona di Midtown nel distretto di Manhattan all’angolo tra la Fifth Avenue e la West 34th Street. Ha un’altezza di ben 443 metri e 20 centimetri se si considera l’antenna televisiva di circa 60 metri che lo sovrasta. L’Empire State Building è stato costruito nel 1931 e fino al 1973 ha detenuto il titolo di edificio più alto al mondo

Imperdibile il panorama che si riesce ad avere da questo straordinario grattacielo sia di giorno che di notte, grattacielo che peraltro ha fatto da teatro di alcuni storici film come ad esempio King Kong e The Avengers.

Sempre nel pomeriggio si può fare un salto a Times Square per ammirare quello che viene considerato il centro pulsante di New York nonché un pezzo di straordinaria attività come del resto sottolineano le tanti insegne luminose presenti sugli edifici ed il fatto che sia il luogo principale dove i newyorkesi salutano l’arrivo del nuovo anno.

Battery park

Secondo Giorno: Statua della Libertà e Moma

Il secondo giorno a New York dopo esservi ambientati e dopo aver visto tutto dalla terrazza dell’Empire State Building dovrete per forza vedere la Statua della Libertà.

Alzatevi presto e (dipende da dove alloggiate) dirigetevi verso lower Manhattan, e in particolare verso Battery park da dove potrete prendere il battello

Visitare la Statua della Libertà tra battelli, controlli e code vi terrà impegnati per tutta la mattinata, ma credeteci ne vale la pena.

si può tranquillamente pensare di visitare i tanti musei di straordinario valore artistico presenti sul territorio partendo dal Metropolitan Museum of Art che molti indicano semplicemente come The Met.

È uno dei più importanti al mondo ed è ubicato sulla Fift Avenue con l’ingresso principale presente sul latro destra di Central Park.

All’interno del museo si possono trovare reperti di grande fascino relativi all’arte egizia, arte greca, romana, islamica, medievale, africana, americana e tanto altro ancora.

Vista la vicinanza a Central Park è opportuno trascorrere il pomeriggio proprio in questo magnifico parco cittadino nel quale è possibile rilassarsi dallo stress che la vita in una città frenetica come New York comporta.

central park

Terzo giorno: Guggenheim Museum e Rockefeller Center

Rimanendo in tema di musei, un’ottima alternativa o magari uno spunto interessante per il terzo giorno di soggiorno presso la Grande Mela, è data dal Museo Guggenheim che presenta al suo interno alcune opere di Marc Chagall, Amedeo Modigliani, Pablo Picasso e Kandinskij.
Terzo giorno che può essere trascorso visitando un gruppo di edifici noto in tutto il mondo: il Rockefeller Center. È un complesso costituito da 19 edifici di naturale commerciale a Manhattan che si affaccia nella Fitfh Avenue.

Anche il Top of the Rocks è davvero una terrazza con una vista splendida, diversa da quella dell’Empire State Building, perché l’altezza dei due è chiaramente diversa, ma la terrazza del Rockefeller Center da una visone spettacolare dal lato di Central park

Da qui ci si può spostare con gli opportuni mezzi di trasporto pubblici verso l’affascinante e suggestivo Ponte di Brooklyn magari attraversandolo sfruttando il passaggio pedonale dal quale è possibile giovarsi di una incredibile vista sulla città.

ponte di Brooklyn

Quarto giorno: Fifth Avenue e Ponte di Brooklyn

Il quarto giorno se volete fare shopping oppure volete vedere le principali vetrine di moda, è il momento giusto, è tempo anche di rilassarsi, la strada è fantastica e se avete voglia di camminare potete partire dal lato sud di Central Park e camminare verso Lower Mahnattan, passando di lato all’Empire State Building e arrivare fino a Washignton square park.

La strada a piedi non è cortissima, anzi, solo da Central Park a Washington Square sono 4,3 Km, per cui il tragitto merita molto, ma dovete armarvi di voglia di camminare, ma a New York ne vale la pena

Vi consigliamo poi di continuare fino al Financial District e passare dalla famosissima Wall Street. Per poi dirigervi verso il ponte di Brooklyn che collega appunto l’isola di Manhattan con il quartiere Brooklyn.

Non dobbiamo assolutamente dirvi quanto è bello questo ponte, ha un fascino naturale oltre ad essere molto imponente.

E’ sicuramente un tragitto bellissimo, ma la strada è tantissima da fare a piedi, vi consigliamo di tornare con la metropolitana al vostro albergo.

Se vi Avanza Tempo

Se vi avanza del tempo o se magari riuscite a fare più in fretta su alcune location, vi consigliamo di fare un giro a Lower Manhattan oppure visitare  le due caratteristiche isolette di New York: Ellis Island e Coney Island.

La prima ha rappresentato il punto di ingresso degli immigranti che venivano nella città alla ricerca di fortuna nonché arsenale militare fino a metà degli anni cinquanta.

La seconda è una penisola molto famosa per le sue spiagge e per avere al suo interno il parco giochi Astroland nel quale è stato di fatto costruito il primo prototipo di Montagne russe. Infine, consigliamo di effettuare una piccola escursione nella baia di Manhattan a bordo di uno dei tanti battelli che lo consentono ammirando l’imponenza della Statua della Libertà, vero simbolo della città.

Come avrete visto è possibile vedere New York in 4 giorni, chiaramente se volete fare le cose con più calma ed assaporare il clima di questa fantastica metropoli, forse dovrete aggiungere qualche giorno alla vostra visita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here