Golden Gate

1182
Golden gate

San Francisco, oltre a essere una delle più belle città degli Stati Unti, è anche meta turistica ambita per le sue spiagge e centro culturale di respiro internazionale, non solo per i monumenti e i musei, ma anche per il suo simbolo, il Golgen Gate Bridge che prende il nome dallo stretto omonimo. 
Caratterizzata da quartieri interamente costruiti in stile vittoriano, alternati a quello moderno, può essere considerata la città più “europea” di tutti gli Stati Uniti, influenzata anche dalla colonizzazione spagnola della prima metà del ‘800. Famoso anche il quartiere di ChinaTown, nato dall’impiego di operai cinesi che nel XIX sec. costruirono la First Transcontinental Railroad.

Il Golden Gate

Il Golden Gate è la “porta” naturale per accedere alla San Francisco Bay dall’ Oceano Pacifico, un paradiso marino che attrae milioni di visitatori da tutto il mondo e che ha reso famose le spiagge della California e anche le isole, tra cui quella del carcere di Alcatraz.
Il Golden Gate ha avuto orgine storicamente durante l’ultima era glaciale, dove il ghiaccio, ritirandosi, ha lasciato un profondo “squarcio” sulla crosta terreste che oggi impressiona per la sua profondità e per le correnti molti forti, che creano anche dei pericolosi mulinelli per chi lo attraversa.
Il famoso ponte omonimo collega le due sponde, a Nord la Contea di Marin e al lato opposto San Francisco ed è il proseguimento della famosa U.S. Route 101, una delle autostrade più famose e più lunghe della California. 
La città vista dal ponte si presenta adagiata sulle colline e nel tempo si è resa protagonista di movimenti culturali che sono rimasti nella storia, come la Beat Generation e il quartiere che ospita il 18% di omosessuali, la più alta densità del mondo, secondo alcune stime.
La California fu letteralmente strappata al Messico nella guerra con gli Stati Uniti nel 1850 e San Francisco è una città relativamente giovane, nella sua storia moderna, che inizia nel 1800, quando divenne meta dei cercatori d’oro prima, e di quelli nelle miniere d’argento, poi.
In un solo anno (1848-1849) la popolazione passò da qualche centinaio di persone a 25 mila, tanto che si rese necessario attivare un collegamento tra le due sponde del Golden Gate con i traghetti, che hanno fatto la spola per decenni. 
Ma la popolazione, il commercio e il traffico in generale continuavano ad aumentare, tanto che i traghetti non riuscivano più a reggere i collegamenti perché affollati. Si pensò quindi di costruire un ponte soltanto nel 1937 con il progetto dell’ingegnere americano Joseph Baermann Strauss, coadiuvato da altri 2 ingegneri: Leon Moisseiff che costruì anche il Manhattan Bridge a New York e da Charles Alton Ellis.
Il ponte doveva collegare la città in vista di un traffico intenso e quindi oggi si presenta con 6 corsie, 2 marciapiedi per lato, 2 alte colonne ai due capi alte 225 metri e, quando fu costruito inaugurato nel 1937, dopo 4 anni di lavori, era il ponte sospeso più lungo al mondo.
Il Golden Gate Bridge infatti misura 1282 mt. ed è una delle opere ingegneristiche più ammirate al mondo. 
Proprio il prossimo 27 maggio, giorno dell’inaugurazione nel ’37, compirà 75 anni, e per questa occasione è stato organizzato un memorial nell’area Crissy Field di San Francisco e decine di eventi minori che si concluderanno con spettacoli pirotecnici.
Il clima di San Francisco, e quindi anche del Golden Gate, è caratterizzato da estati fresche e inverni relativamente miti ma la baia, come tutta la zona circostante, è soggetta al fenomeno atmosferico della nebbia, che spesso è fitta e rende invisibile non solo la città, ma anche il ponte, che sembra sospeso in aria. 

Golden gate


Uno spettacolo che non è raro osservare e che è diventato una delle immagini simbolo e che ha anche dato lo spunto per dipingere il ponte di rosso-arancione ( un colore detto “arancione nazionale”) per distinguerlo nei giorni d’intensa foschia. Il suo nome, Golden Gate “accesso dorato” (che deriva dall’antico Chrysopylae) e che, come è noto, non ne ha determinato il colore oro, è dovuto al capitano John C. Fremont, in ricordo dell’estuario a Istanbul, conosciuto come Chrysoceras o Golden Horn.
Il Golden Gate di San Francisco da il nome anche ad un’area verde di circa 1000 acri (intorno ai 400 ettari) il Golden Gate Park, che è uno dei parchi cittadini più grandi d’America con giardini, centinai di specie di alberi e, al suo interno, si trovano anche musei, due laghi artificiali, 10 km di piste ciclabili.
Il Golden Gate è tristemente famoso anche per i 1200 suicidi da quando è stato costruito:è il più alto tasso al mondo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.