One world trade center

1296
one world trade center

One World Trade Center e la rinascita americana

Dopo l’ 11 settembre 2001 tutto il mondo ha subito un duro colpo, e l’one world trade center è un simbolo di rinascita per tutti

Ci sono nel mondo numerose metropoli di dimensioni enormi: New York è una di queste. Essa occupa una estensione vastissima su terraferma e su isole. La grandezza della città è sbalorditiva.

Per rendersi conto della sua maestosità è sufficiente salire in cima all’One World Trade Center noto semplicemente come Freedom Tower e ribattezzato dall’architetto che lo ha progettato, la Torre della Libertà.

Se vi state chiedendo come mai gli sia stato attribuito questo nome, basta arrivare alla sua cima, alzare un dito per avere l’impressione di toccare il cielo.

Il Freedom Tower è alto 541 metri e 33 centimetri compresa l’antenna, è la terza costruzione più alta dell’Occidente. Per attraversarlo si utilizzano ascensori superveloci, sono talmente rapidi che ci impiegano soltanto 47 secondi per raggiungere l’ultimo piano. Durante la salita verso le nuvole, sulle pareti vengono proiettate immagini che raccontano la storia di New York dal Seicento ai giorni odierni. Questo grattacielo ha un significato importante per gli americani.

Dopo l’attentato terroristico dell’11 settembre, quando un aereo si schiantò sulle Torri Gemelle polverizzandole, l’America perse uno dei suoi simboli più significativi. Fino a quel momento il viaggiatore che giungeva in aereo o in piroscafo vedeva avvicinarsi quella sterminata distesa di edifici, grattacieli altissimi e enormi, ponti di dimensioni colossali, vie lunghe decine di chilometri, centinaia di moli. La scomparsa delle Torri Gemelle creò un vuoto impareggiabile, bisognava al più presto rimpiazzare la struttura con qualcosa di più mastodontico. La costruzione dei 104 piani iniziò il 27 aprile 2006 e terminò con l’inaugurazione del 29 maggio 2015.

L’Osservatorio One World Trade Center

Oggi i turisti possono salire sull’One World Observatory e osservare a 360 gradi nel punto più alto della città, la bella New York. Per dare inizio all’avventura ogni visitatore prima di entrare all’interno del grattacielo deve passare il controllo: un maxi schermo segna il suo luogo di nascita. Il percorso iniziale non è gratificante, ma è solo l’inizio di un bel viaggio. Bisogna attraversare un tunnel buio per raggiungere gli ascensori.

Sono sufficienti 30 secondi per arrivare al 102esimo piano, al “See Forever Theater” in cui per magia si vieni risucchiati dalle immagini tridimensionali di New York. Le proiezioni si fermano, il teatro diventa buio e i muri si dividono a metà. All’improvviso si viene accecati da una luce proveniente dall’esterno.

I muri si trasformano in vetrate e si ha l’impressione che Manhattan ondeggi tra le nuvole, è come stare in elicottero. Sono tre i piani dedicati all’Osservatorio della Freedom Tower.

Al 101 ci si può fermare per consumare un pasto al ristorante con vista. Ma è il piano 100 a regalare una strepitosa visuale su Manhattan e oltre il Central Park.

Solo per sentito dire da quella postazione è facile riconoscere l’Empire State Building, il Chrysler, il Rockefeller Center. Basta spostare lo sguardo verso l’East River per essere rapiti dal ponte di Brooklyn e dalla Statua della Libertà.

Dall’alto del 100esimo piano si vede l’interno delle due vasche costruite per ricordare dove una volta si alzavano le Torri Gemelle, al loro interno scende in continuazione l’acqua come se fossero lacrime. Tutt’intorno al luogo compaiono i nomi delle vittime dell’11 settembre 2001.

La visita alla Freedom tower è davvero un esperienza unica ed è molto tecnologica, si fa riferimento a video e realtà virtuale per osservare meglio tutto il panorama

Orario d’ingresso

Durante i mesi estivi il One World Observatory è aperto tutti giorni dalle 9.00 alle 24.00, mentre nel periodo invernale le visite sono consentite tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 20.00 con l’ultimo ingresso consentito alle ore 19.15.

Costo del biglietto

Chi fosse interessato a visitare il One World Observatory può comprare il biglietto di entrata a Fulton Street numero civico 285 tutti i giorni dalle ore 8.30. Il ticket varia dall’età del visitatore. I bambini con meno di 5 anni possono godersi lo spettacolo completamente gratis. Dai 13 ai 64 anni il costo è di 32 dollari che scende a 26 dollari se si ha un’età compresa tra i 6 e i 12 anni, gli over 65 pagano 30 dollari.

Se non si è disposti a fare la fila all’ingresso, si può acquistare il biglietto online sul sito preposto, si fa la stampa e si mostra all’ingresso presentandosi allo sportello dei ticket almeno 10 minuti prima dell’orario di apertura. Se si salta l’appuntamento bisogna mettersi in fila.

Come arrivare all’Osservatorio

Se si viaggia in metropolitana occorre prendere la linea blu E e scendere alla fermata più vicina che è World Trade Center. Se si vuole camminare si può scendere anche a Cortland St (linea gialla R). Per non sbagliare è possibile scaricare sullo smartphone un’applicazione gratuita con la mappa delle linee metropolitane di New York che si può consultare senza nessuna connessione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

If you agree to these terms, please click here.